Image

LENTI A CONTATTO MORBIDE

permettono all'occhio di "respirare", nel senso che sono permeabili all'ossigeno. Sono le lenti più utilizzate in quanto, grazie alla loro flessibilità, aderiscono facilmente all'occhio e sono confortevoli da indossare, per cui sono quelle più indicate per chi fa sport ed ha una vita attiva (ma non garantiscono il miglior risultato refrattivo). Sono maggiormente tollerate rispetto al tipo rigido e semi-rigido e quindi indossabili per periodi più lunghi. Esistono le versioni monouso (settimanali/quindicinali/mensili), quelle “usa e getta” giornaliere e quelle ad uso prolungato indossabili per una settimana anche durante il sonno;

 

LENTI A CONTATTO RIGIDE

Dette anche non gas permeabili, sono dispositivi durevoli e resistenti ma spesso difficili da applicare. Sono state le prime lenti a contatto ad essere immesse sul mercato ed ora, sebbene permettano una visione superiore rispetto alle lenti morbide, sono poco utilizzate perché quelle semi-rigide e soprattutto quelle morbide, hanno molti più vantaggi.

 

LENTI A CONTATTO SEMI-RIGIDE

Deette gas permeabili, sono simili alle precedenti ma lasciano passare una certa quantità di ossigeno all'occhio, offrendo una visione nitida ed una durata di vita più lunga (2-3 anni) rispetto alle lenti a contatto morbide. Sono lenti ideali per gli astigmatici, in quanto correggono bene la deformazione della cornea che provoca l'astigmatismo, garantendo una certa acuità visiva. Inoltre, vista la scarsa presenza di acqua, sono perfette nei casi di ridotta lacrimazione. Attenzione, però: le lenti semi-rigide richiedono tempi di adattamento piuttosto lunghi e non sempre sono adatte alle attività sportive perché piuttosto mobili.
Image